La Delibera

Definire i rapporti tra le amministrazioni locali e quanti vogliono offrire il proprio contributo volontario per la cura del territorio, ma anche attivare nuove forme di collaborazione tra le parti, basate sul principio di sussidiarietà orizzontale e non sulla totale delega di responsabilità ai cittadini. Questo è lo scopo della Delibera di Iniziativa Popolare per l’approvazione di un “Regolamento per la collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione in forma condivisa dei Beni Comuni”

Questo obiettivo nasce dalla necessità di associazioni, comitati e molte altre realtà che quotidianamente sono attive sul territorio romano, di dotarsi di uno strumento che potesse valorizzare al meglio il loro impegno e i beni comuni di cui si prendono cura. 

Primo obiettivo raggiunto, raccolte 15.000 firme

15.000 le firme raccolte e oltre 12.000 quelle validate: questo è quanto la Coalizione per i beni comuni ha consegnato a Roma Capitale. Un gran numero di adesioni raccolte in meno di tre mesi grazie al contributo di oltre 130 realtà: questo dato dimostra che i nostri territori hanno bisogno di socialità e coesione, e i cittadini di strumenti per essere parte attiva della nostra Città.

Quello promosso dalla Coalizione per i Beni Comuni è stato un processo dal basso, popolare e partecipato, che ha saputo mettere insieme realtà anche molto diverse tra loro, a cui va il primo ringraziamento per il lavoro fatto, ma anche per quello che continueremo a fare insieme. Abbiamo dimostrato che è possibile creare una relazione tra cittadini attivi e amministrazione, basato sul principio di sussidiarietà orizzontale e che qualifichi entrambi come risorse per il territorio, ognuno secondo le proprie responsabilità e secondo percorsi condivisi e realizzabili. 

Ora obiettivo finale della coalizione sarà far prendere in considerazione la Delibera di Iniziativa Popolare dall’amministrazione comunale e dalle amministrazioni municipali per fare in modo che il Regolamento per la gestione condivisa dei beni comuni venga approvato.