Dopo la bocciatura della delibera di iniziativa popolare, al via la mobilitazione nella Capitale.

Si parte con un sit-in l’11 febbraio davanti al Campidoglio, tanti i momenti nell’agenda della Coalizione

“Noi non ci fermiamo. Roma ha bisogno di un regolamento per la gestione condivisa dei beni comuni”. Questo l’unanime pensiero della ormai “mitica” coalizione per i beni comuni”.

Dopo la bocciatura in Aula Giulio Cesare, nella seduta del 25 gennaio, della delibera di iniziativa popolare per l’approvazione per la cura condivisa dei beni comuni con il voto contrario della maggioranza al governo della città, la Coalizione per i Beni Comuni scende in piazza, annunciando diverse iniziative di protesta.

La Coalizione per i Beni Comuni ha portato avanti da tre anni un’iniziativa per arrivare ad avere regole chiare e trasparenti, presentando una proposta e raccogliendo 15mila firme per portare in Aula Giulio Cesare una delibera che consentisse a tutti i cittadini attivi – e non agli imprenditori privati, come sostenuto da alcuni consiglieri – di contribuire a prendersi cura di spazi abbandonati della città. Dal 2018 abbiamo cercato un’interlocuzione con il Comune, abbiamo provato a discutere del merito della delibera ma l’unico risultato è stata una bocciatura dopo che a lungo si è cercato di evitare il voto, con abbandono dell’aula e ogni tattica di rinvio del voto.

La battaglia della Coalizione non finisce qui, continueremo il nostro percorso partecipato per arrivare a superare una situazione inaccettabile di assenza di regole che aiuta solo chi ha da nascondere interessi e cerca accordi diretti e opachi con l’amministrazione comunale. Noi siamo e saremo sempre disponibili al confronto, ma non accettiamo altri rinvii. La nostra richiesta è che a Roma, come in tante altre città italiane, vi siano regole che permettano a cittadini e associazioni di prendersi cura della città attraverso percorsi semplici e trasparenti, nelle quali venga tutelato l’interesse pubblico come recita la nostra Costituzione.

Il primo di tanti appuntamenti che organizzeremo per continuare sulla strada dei beni comuni sarà l’11 febbraio alle 15,00 in piazza del Campidoglio, dove coinvolgeremo, in assoluta sicurezza, cittadini, soggetti della società civile, della cultura e della politica della città. 

Pubblicato in News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *